Le perle


La perla è da sempre il gioiello che rappresenta l’eleganza e la raffinatezza e fin dall’antica Roma era considerato un segno di ricchezza, prestigio e potere.
Ma cos’è una perla? In realtà, è il risultato di un meccanismo di difesa del mollusco e più in particolare dell’ostrica. Infatti, quando un corpo estraneo come un parassita, un granello di sabbia o un pezzo di conchiglia entra e si deposita nei tessuti molli dell’ostrica questa produce una sostanza cristallina che viene deposta su più strati intorno al corpo estraneo allo scopo di difendere i tessuti dell’animale stesso. Questa sostanza a base di carbonato di calcio darà origine alla perla.
Il termine "perla" deriva dal latino "pernula", il nome con cui si indicava la conchiglia che la contiene, e la cui forma ricorda la "coscia del maiale".
Perle naturali e coltivate
Le perle naturali sono quelle che si sono formate naturalmente e casualmente, senza l’intervento dell’uomo, nelle ostriche di acqua di mare, nelle lagune e nelle acque dolci. All’interno del mollusco entra casualmente il corpo estraneo, parassita o pezzo di conchiglia, che darà il via al processo di formazione della perla e cioè la deposizione del carbonato di calcio intorno al corpo estraneo, come meccanismo di difesa da parte dell’animale.
Le perle coltivate sono dovute all’azione dell’uomo che artificialmente inserisce il corpo estraneo, detto nucleo, dentro l’ostrica per la sua formazione.
Nelle perle coltivate di acqua di mare il nucleo, che è una sferetta di madre perla, viene impiantato  nella gonade o nella sacca perlifera già esistente nel mantello del mollusco. Esistono varie tecniche di nucleazione e tutte le perle coltivate d’acqua di mare sono nucleate.
Le perle coltivate d'acqua salata sono le Akoya, le perle di Tahiti e perle australiane o del mare del sud (South Sea).
Nelle perle coltivate di acqua dolce si usa invece un pezzetto di tessuto di un mollusco donatore che viene innestato, tramite una microincisione, nel mantello dell’ostrica ospite. Quindi le perle che si formano sono senza nucleo e fatte di solo carbonato di calcio che le rende più resistenti.
Nella nostra gioielleria, la Gioielleria Ibba, sono presenti le  perle di Akita, linea Seta, e le perle della Morellato.
Le perle della linea Seta di Akita sono perle coltivate di acqua dolce AA+ quindi senza nucleo ma con un innesto nel mantello del mollusco perciò la perla è fatta esclusivamente di madre perla. Questo procedimento permette di considerare le perle di Akita alla stregua delle perle di acqua di mare. I gioielli sono interamente made in Italy. La susta (chiusura) diamantata, gli anelli, gli orecchini con chiusura a monachella o con la farfallina, le catene, i ciondoli sono in oro bianco 18kt, e tutti i gioielli montano perle in cui è possibile avere diversi diametri




Le perle della Morellato, perle coltivate in acqua dolce, sono montate sui gioielli in acciaio che comprendono le collane, gli anelli, gli orecchini ed i bracciali





Vi aspettiamo nel nostro negozio per poter mostrare le nostre collezioni di Perle Akita, ed eventualmente l'intero catalogo, e quelle della Morellato. Vorremo contribuire a farvi diventare ancora più belle e più famose di Audrey Hepburn e affascinanti e stilose come Coco Chanell!
Nel frattempo vi invitiamo a visitare il nostro sito: www.gioielleriaibba.it
Vi salutiamo con una frase celebre di Mademoiselle Coco Chanel:
"La moda passa, lo stile resta".
 

Gioielleria Ibba, Akita, Morellato, Google, | Pubblicato in Approfondimenti